EFT e la pressione bassa

Cosa dice la scienza dei Problemi fisici

La pressione bassa è una condizione caratterizzata da valori sotto la norma. Se parliamo di numeri una persona soffre di ipotensione quando la sua pressione arteriosa a riposo è inferiore a 90/60 mm Hg.

 

La pressione bassa è uno dei Problemi fisici presente soprattutto nella stagione calda ed è frequentemente associato a stanchezza e a capogiri.

Questa condizione la troviamo principalmente nelle donne. Anche la gravidanza genera una diminuzione dei valori pressori.

L’ipotensione assume significato clinico quando la troviamo insieme a segni di sofferenza cerebrale. Possono comparire lievi capogiri avvertiti nell’alzarsi velocemente da una posizione sdraiata o svenimenti o addirittura sincopi. Queste sono meccanismi di difesa, messi in atto dal nostro corpo per ripararsi da un eccessivo calo di pressione o quando interviene la pressione alta.

 

Se la pressione bassa non provoca sintomi particolari, non richiede cure.

Tuttavia, specie nei mesi estivi, può essere d’aiuto bere di più. In effetti un po’ di sale e un po’ d’acqua in più aiutano ad evitare la disidratazione. Anche il cacao, il caffè ed il the aiutano moderatamente il rialzo della pressione.

 

Come EFT può aiutare in caso di Problemi fisici

EFT in situazioni di pressione bassa si pone l’obiettivo primario di rilassare la persona per iniziare una accurata ricerca della causa che ha generato questi Problemi fisici semplicemente picchiettando con le proprie dita su punti iniziali o finali dei meridiani e si aiuta a ripristinare una giusta pressione generando rilassamento.

 

Testimonianza di EFT su Problemi fisici

Questo cliente era inizialmente scettico sull’EFT. E all’inizio era difficile per lui fare EFT per più di 20 minuti perché era così stanco. Egli voleva soprattutto parlare di quello che gli avevano detto i medici.

“Voglio solo far si che il miei Problemi fisici scompaiano”, ha detto.

Allora gli ho fatto fare una respirazione mentre lui toccava i punti.

Siamo poi tornati al suo dolore. Alla domanda su cosa vorrebbe far sparire oltre al dolore mi ha risposto “la paura” e abbiamo fatto dei giri di EFT utilizzando come frase “Anche se ho paura per il mio sangue …”

Dopo queste sessioni, il mio cliente è tornato dal suo medico per un controllo. La sua pressione arteriosa si era rialzata.

Il mio cliente più tardi mi ha detto che, “non poteva credere che EFT potesse aiutarlo così.

Questa persona fa EFT ogni giorno e continua a migliorare la sua condizione di salute.

Da questa esperienza ho imparato che è necessario seguire tempo dei clienti anche se si vorrebbe avanzare più rapidamente.

E’ necessario capire quello che stanno attraversando in quel momento perché sono sopraffatti da paure, dolore e chissà quantaltro e non possono pensare a nient’altro.

Spesso si desidera ottenere risultati specifici, ma a volte è sufficiente EFT in stile pronto soccorso.

Picchiettandosi e senza accorgersene scioglie tante tensioni che lo circondano, si rilassa maggiormente e solo questo potrebbe essere sufficiente per farlo stare meglio.

E continuando si genera una sensazione completa di benessere, quel voler stare bene anche se sembra impossibile.

La vita quotidiana con i suoi impegni spesso non ci da spazio per fermarci un attimo e rilassare corpo e mente completamente: basterebbe un minuto al giorno!

 

E adesso cosa devi fare?

Come prima cosa, scarica il mio Ebook “EFT Immagina“ andando sul sito  www.eftfvg.it

Ti interessa EFT?
Allora iscriviti a www.eftgiornaliero.it , ascolta le tracce e impara la procedura.
Ti piace? Pensi possa esserti utile?

Scrivimi su info@eftfvg.it e parliamo un pò dei quello che ti assilla!

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.