EFT e la paura dell’acqua

E’ un bellissimo momento, un attimo di relax e divertimento. Ma non per tutti, anzi molti non possono immergere la testa nell’acqua.

Perchè?

Cosa dice la scienza sulle Paure

La paura dell’acqua, anche chiamata idrofobia, è la paura di nuotare e di immergersi in acqua.

Nei casi più gravi, fortunatamente anche più rari, chi soffre di idrofobia non riesce neanche ad immergere per pochi secondi la testa sott’acqua e spesso prova anche paura di dormire..

Questo tipo di paure sono legate alla paura dell’annegamento. Per immergere in acqua il viso bisogna provare lentamente a piegarci sulle ginocchia fino a far arrivare il livello dell’acqua all’altezza degli occhi immergendo quindi solo il naso.

Si può iniziare a bagnare il viso buttandovi l’acqua con le mani e una volta che ci sente tranquilli si può eseguire questa fase. Le prime volte bisogna rimanere tranquilli immersi in acqua finchè non ci sentiamo completamente a nostro agio tirando fuori il naso solo per respirare.

Se state effettuando questi esercizi in mare è importante ricordare di rivolgere le spalle al mare aperto. Dopo aver acquisito confidenza con l’esercizio precedente allora ripetiamolo inspirando profondamente prima di immergersi. Non bisogna demoralizzarsi se le prime volte non riesce perfettamente questo esercizio ma bisogna anzi sentirsi soddisfatti perchè questo è uno degli ultimi scogli per vincere la paura dell’acqua. Dopo essere riusciti ad eseguire anche questo ultimo esercizio possiamo provare ad immergerci completamente, piegandoci sempre sulle gambe, ed eseguire lo stesso identico esercizio ma questa volta immergendoci completamente fino a che tutta la testa non sia sott’acqua.

Esistono delle piscine in cui si praticano lezioni di nuoto private e ci sono istruttori che sono capaci di seguire ed aiutare a vincere la paura dell’acqua, ricordate però che alla base ci sta la volontà del soggetto idrofobico e soprattutto ricordate che se per mettere in pratica questi consigli ci potrebbero volere delle settimane se non anche dei mesi.

 

 

Come EFT può aiutare in caso di Paure

EFT in situazioni di paure, le più diverse paure, si pone l’obiettivo primario di rilassare la persona per iniziare una accurata ricerca della causa che ha generato la paura . Con il semplice picchiettamento delle proprie dita su punti iniziali o finali dei meridiani si allontana e scioglie dolcemente la paura dell’acqua, generando rilassamento e senza accorgersi del cambiamento.

 

Testimonianza di EFT sulle Paure

A settembre dello scorso anno, stavamo parlando  di quando saremmo ritornati in piscina; volevamo andare in una di quelle grandi strutture termali che ci sono in Austria, con saune, massaggi, relax e tanto altro per divertirci e riposarci con i bambini.

Paola voleva nuotare ed immergersi, ma non poteva: da piccola aveva subito un trauma giocando in acqua e da allora non poteva immergersi più sotto del mento.

Era una di quelle paure senza senso ma realmente esistenti.

Le ho proposto qualche giro di eft:

-Anche se non riesco a mettere la testa sott’acqua…

-Anche se ho paura a nuotare sott’acqua…

-Anche se quando sono in acqua mi viene il panico al solo pensiero di immergere la testa…

-Anche se non posso pensare di non poter respirare quando sono sott’acqua..

-Anche se Roger c’è pur riuscito con Mary…(TFT)

Mi ha chiesto cos’era questa frase e le ho raccontato dell’inizio di EFT. Ci siamo fatti una risata ed abbiamo rinviato tutto a quando saremmo andati in piscina.

Alla fine di dicembre siamo riusciti ad andarci. Dopo un paio d’ore Laura mi viene incontro sorridendo e chiedendomi di seguirla. Entra come al suo solito molto lentamente in acque e poi…va sotto acqua ed inizia a nuotare, tira fuori la testa, mi saluta con le mani alzate e sotto di nuovo…

Non mi sembrava vero, rideva e si immergeva… …quarant’anni di paura si sono sciolti d’incanto!

 

E adesso cosa devi fare?

Come prima cosa, scarica il mio Ebook “EFT Immagina“ andando sul sito  www.eftfvg.it

Ti interessa EFT?
Allora iscriviti a www.eftgiornaliero.it , ascolta le tracce e impara la procedura.
Ti piace? Pensi possa esserti utile?

Scrivimi su info@eftfvg.it e parliamo un pò dei quello che ti assilla!

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.