EFT aiuta in caso di ansia e insonnia

 

L’ansia è spesso la reale motivazione a non riuscire a dormire. Le notti diventano così lunghe e senza fine in un momento che dovrebbe essere dedicato al riposo.

Cosa dice la scienza sull’Insonnia

 

Ansia può provocare problemi d’ insonnia e anche la mancanza di sonno può causare uno d’ansia.

Ansia e insonnia provocano un loop: sintomi come stress , preoccupazione , pensieri ossessivi e gli incubi rubano molte ore di sonno.

Bisogna non dimenticare che l’insonnia si manifesta soprattutto nelle persone che spesso provano emozioni negative.

Così si va alla ricerca di rimedi per dormire.

Dormire poco può determinare altri rischi oltre la stanchezza. L’insonnia può portare a scarsi risultati al lavoro o a scuola, aumentare il rischio di infortuni e di problemi di salute.

Soffrendo di disturbi del sonno si è anche a rischio di insufficenza cardiaca, battito cardiaco irregolare, infarto, ictus, ipertensione, e diabete. E’ importante ottenere una diagnosi accurata delle condizioni mediche che possono contribuire a un disturbo del sonno o a un disturbo d’ansia, anche per determinare quale sia la causa primaria: questa informazione aiuterà voi e il vostro medico a stabilire il piano di trattamento più adeguato

Per ridurre l’ansia e insonnia può essere sufficiente imparare a Meditare.

Aumentate l’esercizio fisico. Esso costituisce sfogo per le frustrazioni .

Impiegate il vostro tempo e le vostre energie sui compiti che sono davvero importanti. Delegate quando possibile.

Parlate con altre persone e chiedete ad amici e familiari come possono aiutarvi e prendete in considerazione di farvi visitare da un medico o da un terapeuta.

 

 

Come EFT può aiutare in caso di Insonnia

 

EFT è uno dei rimedi per l’insonnia strutturato per ricercare la causa che ha generato questa defezione. Con il semplice picchiettamento delle proprie dita su punti iniziali o finali dei meridiani si genera rilassamento e concentrandosi sulla mancanza di sonno le tensioni si cercano motivi e cause. Successivamente si va a lavorare su questi  per far si che si sciolgano automaticamente . E’ proprio una tecnica di auto-aiuto semplice ma molto efficace.

 

 

 

Testimonianza di EFT sull’Insonnia

 

 

S. ha 28 anni. 2 anni fa è stata vittima di un’aggressione a scopo di rapina. Soffre di insonnia e attacchi di panico.

Le ho proposto di fare EFT con me e le ho raccontato brevemente l’origine della tecnica

Ho spiegato un po’ più dettagliatamente il collegamento con i Meridiani della MTC, dato che la cliente ha familiarità con l’Agopuntura.

Per la prima sessione decido di tenere S. a distanza di sicurezza dalle emozioni troppo forti. Come frase di set up le propongo di usare “anche se ho questo problema”, dopo di che la guido attraverso la sequenza di tapping. Ora le chiedo di fare 2 o 3 respiri profondi e di dirmi come si sente.

Propongo di passare alla tecnica del film. Dal Viso in poi noto un cambiamento dell’espressione. Ci fermiamo e le chiedo. Le sta salendo ansia perché le è venuta una vampata di calore e una sensazione come di fluttuare che di solito precede l’attacco di panico.

Sembra molto più serena e rilassata, proprio per questo decido di non proseguire con i vissuti dolorosi, almeno non questa volta, ma propongo un giro con la frase “scelgo di sentirmi bene”.

 

Le ricordo la sequenza dei punti e la invito a usarli in due modi, proprio come abbiamo fatto insieme:

1. in qualunque momento senta arrivare sensazioni sgradevoli che preannunciano l’attacco di panico. In questo caso frase di set up: anche se ho questa sensazione mi amo e mi accetto lo stesso, poi picchiettare per questa sensazione;

2. quando ha tempo, a casa, con calma, picchiettare per “questo problema”

 

 

Alla seconda sessione, dopo 5 giorni, S. riferisce di essersi picchiettata più volte quando sentiva avvicinarsi l’attacco di panico, e che tutte le volte l’attacco non è partito. Si sente e appare più tranquilla. Ha anche utilizzato tutte le sere prima di coricarsi qualche giro e questo la rilassava ed aiutava a prendere sonno.

Le propongo di visualizzare se stessa di due anni fa, dopo l’aggressione. Si vede mentre piange ed è arrabbiata. La aiuto a focalizzare la sua immagine, mentre lo fa si commuove. La guido nel picchiettare la sua immagine, l’enfasi è nel riconoscere che non è sola e che ce la farà a superare tutto questo. Da allora è sempre riuscita a prendere sonno velocemente.

 

 

E adesso cosa devi fare?

Come prima cosa, scarica il mio Ebook “EFT Immagina“ andando sul sito  www.eftfvg.it

Ti interessa EFT?
Allora iscriviti a www.eftgiornaliero.it , ascolta le tracce e impara la procedura.
Ti piace? Pensi possa esserti utile?

Scrivimi su info@eftfvg.it e parliamo un pò dei quello che ti assilla!

 

 

 

 

 

 

2 comments

  1. Hi, its pleasant article concerning media print, ԝe all understand media іs а wonderful source of data.

    1. Thanks, I agree with you!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.